Il Salento a Capodanno

Ah, il Salento! Ha qualcosa di magico in ogni stagione, ma in inverno se ne può assaporare la vera essenza…fatta di case bianche, di anziani saggi e corrucciati, di profumi di dolci…di salento.

Solo ora, data la minor presenza di turisti, questa terra svela il volto autentico…dimenticate le spiagge affollate, il mare adesso è pronto ad essere contemplato, sfiorare l’acqua fredda con una mano e sentire che, in fondo, l’estate qui è sempre dietro l’angolo!

Ai limiti dell’Italia, il Salento..ai limiti dell’anno, il Salento!

Sappiamo che la “terra d’Otranto” (così era chiamato il salento), è la zona più ad est d’Italia, la prima zona a vedere l’alba ogni mattina ma….quando l’alba è quella di un nuovo anno, tutto è più magico! proprio ad Otranto, ogni 31 Dicembre una bellissima festa unisce tutti i popoli d’Europa, in un meraviglioso e beneaugurante veglione notturno: è l’ Alba dei Popoli.

La cena è d’obbligo presso “Exedra Restaurant”: una formula “anticrisi”, collaudata e differente dai soliti veglioni; potrete infatti scegliere dal nostro menù “a la cart” invece che subire il classico “menù fisso” (il costo non è differente da quello di qualsiasi altra serata) e inoltre abbiamo scelto di non proporre l’animazione ma di scandire l’ avvento del 2014 con i programmi tv dell’ultimo dell’anno: godete appieno della compagnia dei vostri amici chiacchierando in libertà!

Musica, eventi, allegria, amici…cosa volere di più dal 2014? Nel salento sarete i primi a festeggiare l’anno nuovo. Felicità!

ognissanti … ancora estate !

Ognissanti, il ponte per eccellenza!! Aiutati anche dal calendario, quest’anno potrete dedicare a voi stessi un intero weekend, ed in Salento sarete catapultati in una piccola estate…proprio così, il clima è ancora molto mite e si vive una bellissima coda d’ estate: sarà meraviglioso e surreale passare la mattinata al mare, godendo degli ultimi raggi del caldo sole autunnale, sarà estremamente rilassante passare le serate in una tipica osteria salentina gustando buon vino e cibo genuino. Niente di più suggestivo in questo periodo che una passeggiata lenta nel centro storico di Lecce od Otranto, che all’imbrunire regalano i loro volti migliori. Exedra Restaurant ed Exedra Holiday House propongono un pacchetto enogastronomico da non perdere… contattateci!

In Salento l’ autunno è “Novello”

Leverano, già da qualche anno, è orgogliosa di accogliere uno degli eventi più attesi per gli amanti del vino: la festa dedicata al vino novello si svolgerà quest’anno dall’ 8 al 10 Novembre ed il borgo medievale sarà come sempre una meravigliosa scenografia naturale! Il profumo di vino pervade ogni viuzza, i vicoli sanno di castagne e di fuoco dei comignoli in cui iniziano a bruciare gli ulivi, nelle piazze del paese si susseguono eventi musical-culturali: enogastronomia, cultura, musica e folklore!

Per questo straordinario evento, Exedra Restaurant  si veste d’Autunno: un buon arrosto di carne oppure una manciata di castagne accompagnati da vino novello o da vini della tradizione salentina!

Exedra Holiday House propone inoltre un weekend all’insegna del divertimento e del relax, per concentrare in 2 giorni tutta l’essenza dell’autunno salentino: pernottamento in appartamenti ubicati nel centro storico, immersi nella festosa location del Novello, con formula di mezza pensione.

Settembre in Salento.. Leverano e la Vendemmia….

L’ Estate Settembrina in Salento è rinomata per la mitezza delle giornate e per la temperatura ideale per un bagno, scegliendo tra il mar Jonio o l’ Adriatico. Settembre è anche il periodo in cui si può godere di una pace incredibile, quindi questo è il periodo ideale per chi cerca un Relax a 360°. Per i più intraprendenti Settembre offre la possibilità di vedere ed anche provare la Vendemmia del nostro pregiatissimo e amatissimo Negroamaro. Leverano , il paese dell’ omonimo vino DOC , è pervaso dai profumi e dai sentori del mosto; le nostre cantine ( “Vecchia Torre” e “Conti Zecca”) sono nel pieno della lavorazione del prezioso nettare di Bacco. Che altro dire?

Estate Settembrina

Estate Settembrina

Vi Aspettiamo all’ Exedra Holiday House per farvi vivere appieno il nostro meraviglioso Settembre tra la coda dell’ Estate e l’ esperianza della vendemmia a Leverano!!! I nostri appartamenti situati nel cuore del Centro Storico sono le tipiche costruzioni salentine con volte in tufo risalenti al 1600 sapientemente ristrutturati, portati all’ antico splendore e dotati di ogni moderno comfort che l’ospite possa desiderare. Consigliamo inoltre di fare una capatina all’ Exedra Restaurant , situato vicino agli appartamenti, per gustare un’ottima cena all’ insegna della tradizione contadina del Salento: gustate la nostra terra spaziando dagli antipasti della casa a base di prodotti freschi di stagione ai “ciciri e tria” , dalle “fave e cicorie” ai “pezzetti di cavallo”… insomma il vostro palato sarà stuzzicato e inondato dai sapori della nostra tradizione culinaria..

La Salentoterapia…

 

Dal mondo. Secondo uno studio di un gruppo di scienziati la permanenza, anche solo per pochi giorni, nel Salento, apporterebbe una serie di “considerevoli” benefici: scoperta una nuova cura naturale battezzata con il nome di “salentoterapia”

13

In realtà anche Biagio Antonacci lo aveva detto nella canzone diventata un tormentone della scorsa estate: per superare la delusione per la  fine di una storia importante il segreto è fare un giro nel Salento. “Non vivo più senza te, anche se, anche se con la vacanza in Salento ho fatto un giro dentro me” intonava il cantautore milanese in quel brano che ha regalato alla Puglia tutta una sfacciata e quanto mai gradita dichiarazione d’amore “in cartolina”. Era, infatti, proprio in questo lembo di terra che l’artista italiano era riuscito a superare la solitudine che si prova inesorabilmente dopo una “rottura”.

Ora un’altra conferma arriva da alcuni illustri scienziati dell’Università teulandese di Dorckenstein che, in un recente studio appena pubblicato, rivelano di aver fatto una scoperta sensazionale sul fronte delle terapie benefiche in medicina alternativa, per la salute fisica e mentale dell’uomo. Una serie di grafici, pagine e pagine scritte dai ricercatori da cui si evince un unico inequivocabile dato scientifico: la permanenza, anche solo per pochi giorni, su un particolare lembo di territorio italiano, e precisamente sulla penisola a sud della Puglia conosciuta con il nome di Salento, apporta un considerevole beneficio terapeutico a carico di alcuni apparati funzionali (circolatorio, respiratorio, digerente, etc.) e a favore dell’equilibrio psico-somatico.

Un campione di oltre 5mila turisti che hanno trascorso, in ogni stagione dell’anno, un periodo dai 3 ai 20 giorni presso una delle diverse rinomate località dislocate sull’intero territorio salentino, sia sulle coste bagnate dai due mari che sui territori nell’entroterra della penisola è stato sottoposto ad accurati esami e test di vario genere ed il dato sorprendente è che al termine di tutti i controlli il 98,8% ha riportato risultati clinici positivi che dimostrano una notevole miglioria sul fronte del benessere.

La scoperta della nuova cura naturale, battezzata dagli scienziati con il nome di “salentoterapia”, è ora all’esame dei maggiori centri internazionali di medicina alternativa per l’inclusione nei protocolli ufficiali. Il passo successivo ora è quello di comprendere quali sia la fonte o le fonti che risultano maggiormente responsabili dei risultati riscontrati.

Vi sono diverse scuole di pensiero. Dagli esperti di cromoterapia i quali ritengono che sia la particolare alchimia di colori offerti allo sguardo del visitatore a generare l’effetto benefico. Pare, infatti, che l’accostamento dei rossi della terra, dei verdi della vegetazione mediterranea, dei blu dei mari e dell’argento degli alberi d’ulivo sviluppi una tonificante sensibilità percettiva.
Altri invece sostengono che sia la particolare miscela dell’aria che si respira ad apportare i riscontri positivi alla salute, adducendo che l’ossigeno ricco di iodio sprigionato dal particolare ed unico incontro tra il mare Adriatico ed il mare Ionio, unito all’ossigeno dei vasti uliveti e vigneti diffusi nell’entroterra generano una fusione di elementi tale da indurre un sensibile benessere alle vie respiratorie.
Altri ancora sono giunti alla conclusione che il maggior beneficio è apportato dalle numerose e diffuse testimonianze di arte presente sul territorio. Come se fosse la vista delle particolarissime e ricche elaborazioni barocche che vestono palazzi ed edifici religiosi, insieme alla scoperta degli oggetti tipici dell’artigianato locale, che trova la sua quintessenza nella lavorazione della cartapesta e della pietra leccese, a donare all’ospite un senso profondo di benessere.

Infine, ci sono i sostenitori “dinamici”, ossia coloro che ritengono che sia invece la musica ed i balli rituali della zona a contaminare con influssi terapeutici chiunque ne venga a “contatto”. In particolare sostengono che anche il solo assistere ad una tipica ronda impegnata a suonare in gruppo ed a danzare la pizzica può immediatamente influenzare positivamente lo spettatore, mentre ritengono che il beneficio ricevuto possa essere addirittura dieci volte superiore se, anziché semplicemente assistere al ballo, vi si partecipa in prima persona.

Come spesso accade, probabilmente nessuna delle teorie risulterà in assoluto la più veritiera. Sarà forse il mix degli elementi a conquistare tutti?

Insomma, mens sana in corpore sano, ma nel Salento!

Certificato di eccellenza per Exedra Holiday House

La Puglia “a gonfie vele” Otranto e Nardò tra le spiagge al top

“La Puglia va a ‘gonfie vele’: è al secondo posto dopo la Sardegna fra le regioni più blu. Sono ben quattro i Comuni che quest’anno premiamo con 5 vele, di cui tre ricadenti nel Salento, e sette i Comuni con 4 vele; 38 invece le località pugliesi e 37 le spiagge che Guida Blu 2013 consiglia di visitare per paesaggi, accoglienza turistica, fondali particolarmente interessanti, luoghi d’interesse storico-culturale e pulizia del mare e delle spiagge”. La soddisfazione di Francesco Tarantini, presidente di Legambiente Puglia, per i risultati della classifica 2013 delle perle blu d’Italia a dimostrazione che in regione qualcosa è stato fatto. “Ed è proprio attraverso una maggiore qualificazione dell’offerta turistica, rivolta a valorizzare le migliori risorse paesaggistiche e naturalistiche del territorio – spiega in tal senso – che si può riuscire a intercettare un turismo nazionale ed internazionale particolarmente attento, secondo tutti gli indicatori, a scelte che premiano gli operatori del settore e le amministrazioni locali che vanno in questa direzione”.

Quest’anno a guidare la classifica delle località balneari premiate con le 5 vele è Posada (Nu), la cittadina sarda è la regina dell’estate 2013, seguita da Santa Marina Salina (Me) e Pollica (Sa) rispettivamente al secondo e terzo posto. Tra le new entry del 2013 Vernazza (Sp) al 12esimo posto, Otranto (Le) 14esima eNardò (Le) che chiude la classifica delle migliori località.

 mare, natura,

La Sardegna anche quest’anno si conferma la regione con il maggior numero di località a 4 e 5 vele (ben 18), seguita dalla Puglia (11) e dalla Toscana (9).

Quest’anno sono 7 le località a 4 vele: Castro (Le),Chieuti (Fg)Diso (Le)Fasano (Br)Gallipoli (Le),Monopoli (Ba) e Polignano a Mare (Ba). In 19 località sventolano 3 vele, e in 7 sventolano 2 vele. Chiude la classifica Castellaneta (Ta) con una sola vela. Nella classifica nazionale delle 15 località a 5 vele, i Comuni diOstuniMelendugnoOtranto Nardò si sono piazzati rispettivamente al 9°, 11°, 13° e 15° posto con le seguenti motivazioni:

Bandiere Blu 2013: Poker del Salento

Il Salento, si sa, è da sempre sinonimo di spiagge pulite, acqua limpida e cristallina e qualità dei servizi offerti dalle infrastrutture.Tutto ciò viene riscontrato e premiato nell’annuale assegnazione delle Bandiere Blu, riconoscimento conferito dalla FEE (Foundation for Environmental Education) alle località costiere europee e ,recentemente, anche extra-europee che soddisfano determinati requisiti riguardanti la qualità delle acque, la gestione e l’educazione ambientale, i servizi e la sicurezza di spiagge e approdi turistici.

 

spiaggia

 

Anche quest’anno alla Puglia sono state assegnate ben 10 bandiere blu.

Dalla nota ufficiale, pubblicata sul sito della provincia di Lecce, si evince la conquista di ben quattro vessilli assegnati alle località di Otranto, Melendugno, Salve e Castro.Tutto questo è stato ufficializzato il 14 maggio 2013.

Questa riconferma, soprattutto del Salento, denota la capacità di questo posto di saper crescere sempre di più negli anni ma con un occhio sempre attento al territorio e all’educazione ambientale. La Bandiera Blu infatti è anche sinonimo di ecosostenibilità e qualità dell’ambiente!

Il merito di questi risultati va anche dato all’introduzione di importanti  innovazioni, ad esempio quelle che riguardano l’obbligo di fornire un servizio di raccolta differenziata dei rifiuti, la possibilità di allestire delle aree negli stabilimenti per gli animali domestici di taglia piccola e l’introduzione di una sedia job in ogni lido, ovvero una sedia da mare per i disabili che li permette di muoversi sulla sabbia e entrare in acqua rimanendo seduti.

 

spiaggia Salento

Tour lungo le 10 spiagge top del Salento

Scoprire il Salento attraverso le sue spiagge e programmare un tour che proceda in senso orario, scendendo da Lecce verso la costa adriatica, fino a Santa Maria di Leuca, e risalendo lungo la costa ionica attraverso Gallipoli verso Taranto. Dieci spiagge imperdibili per chi decide di visitare il tacco della penisola in primavera, con lo scopo di scoprirne le baie più suggestive per azzardare anche un primo bagno, oppure per programmare le vacanze estive seguendo proprio le località balneari. Si parte dalla spiaggia di Roca Vecchia, presso un piccolo villaggio di pescatori, è una piccola baia di scogli, riparata dai venti e con mare quasi calmo. Seconda tappa ancora a nord di Otranto è la famosissima spiaggia di Torre dell’orso, molto frequentata, con sabbia fine e bianca e acqua verde smeraldo. Terza tappa è la Baia dei Turchi, costa sabbiosa, immersa nella natura, appartiene alla Oasi protetta dei Laghi Alimini. Seguendo la costa adriatica a sud di Otranto c’è Santa Cesarea Terme, costa rocciosa con piccole aperture di sabbia molto fine, ma spesso ha un difficile accesso al mare, ci sono strutture ricettive ben organizzate. Continuando si passa per Marina di Marittima, una spiaggetta molto frequentata d’estate, è collocata in uno scenario selvaggio, l’acqua del mare è chiara per la presenza di polle d’acqua sorgiva. Si arriva a Santa Maria di Leuca, dove si incontrano il Mar Adratico e il Mari Ionio e i venti spesso contraddistinguono l’ambiente circostante, si alternano le spiagge di sabbia fine, con stabilimenti balneari a tratti di scogliera. Le ultime tappe di questo giro salentino sono collocate lungo la costa ionica: Lido Marini, otto km di costa bassa e sabbiosa e Torre San Giovanni anch’essa sabbiosa con fondali bassi. A nord di Gallipoli: Santa Caterina e Porto Cesareo. La scogliera di Santa Caterina , nonostante il difficile accesso al mare è un punto di grande fascino per la vegetazione circostante. Per finire il tour sulle spiagge di Porto Cesareo, dalla bianchissima spiaggia di Torre Lapillo alla meravigliosa Punta Prosciutto.

News sul Salento

Ancora un volta la Puglia e più esattamente il  Salento, si aggiudicano un importante riconoscimento che, anche per il 2013 va a consacrare questa zona d’Italia come la più amata dai turisti.

Alla recente Bit di Milano infatti, è stato proclamato proprio il Salento come il miglior territorio dell’anno 2013, un dato emerso da un’indagine condotta equamente in tutte le regioni d’Italia attraverso l’invio di email a circa 230.000 italiani, chiamati ad esprimere una preferenza sul miglior territorio per le vacanze.

Su tutti ha primeggiato, con 4.361 preferenzeproprio la penisola salentina, seguita dalle Cinque Terre, dalla Costiera Amalfitana, il Chianti e la Versilia, seguite a loro volta da altre numerose località che hanno totalizzato più di 500 voti.

Un grandissimo primato per il Salento che, dopo aver vinto tra le ricerche Google del 2012, come la località più cercata dagli utenti nel motore di ricerca, torna a far parlare di sé e delle sue incredibili caratteristiche.

Oltre ad esprimere una semplice preferenza infatti, gli utenti interessati dall’indagine hanno anche elencato alcune parole chiave che potessero riassumere i punti di forza di questa meravigliosa zona d’Italia.

In questo modo sono emersi alcuni tratti distintivi del Salento che lo rendono unico ed amato dai moltissimi turisti che decidono di visitarlo, non solo d’estate ma anche nei periodi di bassa stagione.

Tra questi emergono soprattutto il calore della gente locale, la bontà del cibo e i prodotti tipici come l’olio e il vino, il fascino delle antiche tradizioni, delle feste, delle sagre e ovviamente la bellezza straordinaria di spiagge e mare cristallino.

Se state cercando quindi una meta da sogno per le vostre vacanze, non troppo lontana e neppure così costosa, il Salento è ormai una garanzia: provare per credere!

salento territorio dell' anno 2013

 

 

19754624