Bandiere Blu 2013: Poker del Salento

Il Salento, si sa, è da sempre sinonimo di spiagge pulite, acqua limpida e cristallina e qualità dei servizi offerti dalle infrastrutture.Tutto ciò viene riscontrato e premiato nell’annuale assegnazione delle Bandiere Blu, riconoscimento conferito dalla FEE (Foundation for Environmental Education) alle località costiere europee e ,recentemente, anche extra-europee che soddisfano determinati requisiti riguardanti la qualità delle acque, la gestione e l’educazione ambientale, i servizi e la sicurezza di spiagge e approdi turistici.

 

spiaggia

 

Anche quest’anno alla Puglia sono state assegnate ben 10 bandiere blu.

Dalla nota ufficiale, pubblicata sul sito della provincia di Lecce, si evince la conquista di ben quattro vessilli assegnati alle località di Otranto, Melendugno, Salve e Castro.Tutto questo è stato ufficializzato il 14 maggio 2013.

Questa riconferma, soprattutto del Salento, denota la capacità di questo posto di saper crescere sempre di più negli anni ma con un occhio sempre attento al territorio e all’educazione ambientale. La Bandiera Blu infatti è anche sinonimo di ecosostenibilità e qualità dell’ambiente!

Il merito di questi risultati va anche dato all’introduzione di importanti  innovazioni, ad esempio quelle che riguardano l’obbligo di fornire un servizio di raccolta differenziata dei rifiuti, la possibilità di allestire delle aree negli stabilimenti per gli animali domestici di taglia piccola e l’introduzione di una sedia job in ogni lido, ovvero una sedia da mare per i disabili che li permette di muoversi sulla sabbia e entrare in acqua rimanendo seduti.

 

I commenti sono chiusi.