san martino2

Eccezionale … San Martino 2015

In occasione del San Martino 2015, Exedra restaurant resterà aperto anche di Mercoledì sera. Inoltre, per la notte dedicata al vino, abbiamo studiato per voi un menù basato sulla tradizione salentina… per soli 18 € per persona. I posti disponibili sono limitati, affrettatevi.
Exedra Restaurant – C/O Villa Ghetta Country House – S.P. 21 km 3, Leverano

+393396150542 +3392267241

spiaggia

The Guardian incorono le spiagge di Porto Cesareo

Torre Lapillo, zona nord di Porto Cesareo. Il quotidiano britannico “The Guardian” incorona le spiagge di Porto Cesareo come “Le 10 spiagge più belle del mondo”. Ecco le parole con le quali ci ha elogiati:

Torre Lapillo Bay, Porto Cesareo, Puglia,Italy
In Salento, southern Puglia, the Porto Cesareo area enjoys a coast of white sand and shimmering turquoise waters. Known as the Maldives of Italy, there are lots of beautiful beaches to choose from but Torre Lapillo Bay is a particularly eye-catching spot where you’ll also find the 16th-century Tower of St Thomas. The town of Porto Cesareo, which runs alongside a lagoon, makes a good holiday base with its wide range of hotels, but there are good offerings on Airbnb along the coast, with cool beachside houses.

la zona di Porto Cesareo vanta una costa di sabbia bianca e acque turchesi scintillanti . Conosciuto come le Maldive d’Italia , ci sono un sacco di belle spiagge tra cui scegliere , ma Torre Lapillo è un luogo particolarmente accattivante , dove troverete anche la Torre di San Tommaso, risalente al 16° secolo . La città di Porto Cesareo , che costeggia una laguna , è una buona base di vacanza con la sua vasta gamma di hotel …

Venite a scoprirci, a Porto Cesareo…è già estate!
Contattateci per le nostre migliori offerte

taranta

La Notte della Taranta : presentata a Roma l’edizione 2015

La Notte della Taranta (4-22 agosto) compie 18 anni e festeggia per il grande concerto di chiusura a Melpignano con un maestro concertatore come Phil Manzanera, storico chitarrista dei Roxy Music, coproduttore, fra gli altri, dell’ultimo album dei Pink Floyd, The Endless River e ora al lavoro sul nuovo album da solista di David Gilmour. “La pizzica con il suo sound ipnotico fatto di percussioni mi ha incantato, ho detto subito sì – spiega Manzanera in conferenza stampa a Roma – Poi io ho anche origini italiane. Mio nonno, di Napoli, era venuto a suonare nel 1911 in Gran Bretagna con il suo gruppo, la Cavaliere Castillanos Opera Company”.
Manzanera succede, come maestro concertatore alla guida dell’Orchestra Popolare della Notte della Taranta, fra gli altri a Stewart Copeland, Ambrogio Sparagna, Mauro Pagani, Ludovico Einaudi, Goran Bregovic e Giovanni Sollima, come hanno ricordato l’assessore a Turismo e Cultura della Regione Puglia Silvia Godelli e il presidente dell’Associazione La notte della Taranta Massimo Manera.

“Le diverse culture musicali spiegano chi siamo e da dove veniamo – dice il musicista -. Il mio obiettivo sarà rispettare la tradizione delle canzoni della pizzica mettendole in un contesto moderno, e creando anche un legame con la musica latina”.

Avendo prodotto vari album di musicisti appartenenti a quella cultura, dagli spagnoli Heroes del Silencio ai colombiani Aterciopelados, “mi piacerebbe anche portare alcuni ospiti… ma è troppo presto per fare nomi”. A chi gli chiede se per l’occasione suonerà anche la chitarra, Manzanera risponde sorridendo: “Spero proprio di sì, provate a fermarmi”.
Quest’anno La notte della Taranta sarà concepita come una festa “ha un valore politico contro gli imprenditori della paura, contro il mito delle piccole patrie, contro la guerra, è una festa del popolo dei giovani, delle musiche, della convivialità – dice il governatore della Puglia Nichi Vendola, ricordando il lavoro della sua amministrazione, iniziato dieci anni fa, per valorizzare la Notte della Taranta -.

La notte della Taranta definisce un’identità aperta, curiosa, intesa come dono e non come chiusura, che ogni anno si reinventa. Il maestro concertatore de La notte della Taranta ha la mission di non renderla mummia di se stessa ma un corpo vivente. E’ un evento che porta in un paese da 2000 abitanti ogni anno 150mila persone, c’è un’organizzazione dei servizi di trasporto perfetta, e in 18 anni non c’è mai stato un incidente: anche questo, per noi, è un vanto”

download

Primavera in salento

La primavera in Salento è già iniziata. Sappiamo che per il calendario è già primavera da qualche giorno ma mi rendo conto che pioggia e vento non hanno ancora abbandonato l’Italia. invece nel salento è gia abbondantemente primavera

In salento le classiche mezze stagioni non sono altro che il prolungamento di un’estate, forse un pò meno calde ma…non c’è niente che possa rincuorarvi di più della primavera in salento dopo un lungo e freddo inverno. La primavera in salento è un tripudio di colori: dai campi di fiori spontanei, ai cespugli di odori tipici della macchia mediterranea, ai colori del mare che diventa sempre più caldo ed invitante. Noi abbiamo pensato alla vostra primavera in salento con sapori autentici, crediamo che non ci sia niente di più nobile di un piatto povero, niente di più entusiasmante di un filo d’olio locale, crudo, appena pungente in gola, che regala quel brio per capire che…sì… è primavera in salento

Vi invitiamo a venirci a trovare, in questo periodo più che mai potrete scoprire l’autenticità di una terra come la Puglia che, spuria dal turismo di massa, si mostra ai vostri occhi con la sua essenza vera, coi pregi e difetti che la contraddistinguono ma che,inevitabilmente, rimarrà nel vostro cuore. All’ Exedra Holiday House e Villa Ghetta Country House, per festeggiare la vostra primavera in salento , il pernottamento costa solo 25 euro per persona, vi aspettiamo.

download

Pasqua in Salento …senza ulivi?

Il simbolo della Pasqua in Salento per eccellenza è l’ulivo, come del resto in ogni parte d’Italia. Ma forse per la prossima Pasqua in Salento dovremmo farne a meno. Ebbene  la direttiva della Coldiretti è quella di evitare di raccogliere e diffondere i ramoscelli per evitare così il diffondere della Xylella, la cosiddetta “peste degli ulivi” i quali effetti, inesistenti per l’uomo, provocano però un grave danno alla pianta di ulivo e così a tutta l’economia legata alla produzione di olio ed anche evidentemente a quella turistica. Questo batterio, diffuso in Italia da un insetto chiamato “sputacchina” pare sia stato importato dai caraibi all’interno di piante esotiche transitate via AmsterdamNon sappiamo ancora se la direttiva diventerà ordinanza, ma pare che per Pasqua in Salento non ci saranno ramoscelli benedetti. Così, assieme agli olivi, se ne vanno anche le tradizioni? I ramoscelli della settimana Santa, per la prossima Pasqua in Salento, dovranno essere sostituiti da qualcos’altro. Che ne dite. Con cosa sostituireste l’ulivo? Forse con le palme? Bè sì ma….banaaaaale…
Io per la Pasqua in Salento avrei pensato alle foglie di vite, ricorda un aspetto fortemente simbolico nella tradizione cristiana…e di quella salentina! intanto io vi aspetto per la vostra Pasqua in Salento con altri simboli altrettanto rappresentativi.. orecchiette polpette pittule verdure pasticciotti e chi più ne ha più ne metta. Buona serata

images

Curiosità dalla Puglia

Oggi vi racconto un qualche di curiosità dalla Puglia.

DISTANZE Quante volte avete fatto una gita fuori regione?! Così, una settantina di chilometri in giornata…bello no? Una particolarità della Puglia, o meglio del Salento, è che qua non sarebbe proprio possibile: se prendessi la macchina e guidassi per 4 ore..sarei ancora in Puglia! Ebbene sì, il salento è lontano da tutto. Ma se idealmente potessi guidare per 70 km ad est sarei a Capo Linguetta, Albania, distante solo 72 km da Otranto, la città più ad est d’Italia. Solo 70 km, tant’è che nei giorni di particolare bonaccia non è inusuale vedere le montagne albanesi all’orizzonte, addirittura visibili anche nitidamente innevate in inverno. Stesso discorso dicasi per la costa jonica, dalla quale è spesso ben visibile la costa calabrese

VENTI Fortemente battuta dal vento, la penisola salentina presenta una straordinaria particolarità: l’alternanza del vento secco/umido tra le 2 coste jonica ed adriatica. Il caldo ed umido scirocco si alterna alla calda e fresca tramontana; quando sulla costa jonica ne soffia uno, quello opposto soffia sull’altra costa. Particolare,vero?

RICONOSCIMENTI UMANITARI: La regione ha ottenuto la ” Medaglia d’oro al Merito Civile“, ecco di seguito le motivazioni che riportò il Quirinale: «In occasione dei massicci e ripetuti episodi di immigrazione clandestina, l’intera popolazione della Puglia dava prova collettiva di civismo e di forza morale. Con straordinaria abnegazione privati cittadini, comuni, province ed istituzioni offrivano il loro determinante contributo ed incondizionato impegno in soccorso dei numerosissimi profughi arrivati sulle loro coste in condizioni disperate. Operando generosamente per accorrere in aiuto dei più deboli, la Comunità tutta offriva alla Nazione splendido esempio di grande solidarietà sociale e nobile spirito di sacrificio». Uno straordinario riconoscimento alla generosità di una popolazione che forse, data anche la particolare posizione geografica, l’accoglienza ce l’ha nel dna!

CAPITALE: La città di Brindisi nel 1943 fu per 6 mesi la capitale d’Italia

PROVINCIA A 3 TESTE: 10 anni fa venne istituita la sesta provincia della Puglia, la BAT che sta per Barletta Andria Trani. Una provincia a 3 teste. Lo sapevate?

PLURALE: In passato, neanche troppo remoto, la Puglia era declinata al plurale. Non è raro trovare l’espressione “Le Puglie”. Già è lunga, pensate se ce ne fossero 2!

VARIETA’: “il mondo è bello perchè è vario”, diceva qualcuno…la stessa cosa possiamo dire della Puglia. Anche se la Puglia conserva una sua certa identità regionale, può essere suddivisa in regioni morfologiche diverse con caratteristiche ben definite: il Gargano, il Tavoliere delle Puglie, Le Murge, Il Salento. Gli abitanti di ciascuna di queste aree si distinguono per caratteristiche glottologiche e culturali ben diverse l’una dall’altra.

E anche per stasera è tutto, appuntamento a prestissimo per nuove notizie e curiosità sulla Puglia ed il Salento. Seguiteci!

puglia.cuore

Puglia e Luoghi comuni: per ridere un pò!

Ho letto poco fa un simpatico articolo che voglio condividere con voi, fatto di luoghi comuni e di stereotipi forse ormai superati sulla Puglia e sui pugliesi ma…io che un fidanzato pugliese ce l’ho vi posso assicurare che un pò di verità c’è in ognuno degli 8 “motivi per sposare un pugliese” …forse!

1-se mangi tanto sarà felice

2-se mangi tanto i suoi genitori saranno molto felici

3-se mangi tanto tanto la sua nonna sarà molto molto felice

4-vacanze gratis

5-imparerai il dialetto, che dopo poco userai correttamente data l’immediatezza e la pragmaticità racchiusa spesso in una sola parola

6-capirai finalmente la geografia della Puglia: è lunga, e quando arrivi a Foggia non tirare un sospiro di sollievo…mancano ancora 4 ore!

7-frise,taralli,pomodori e…il cibo della Puglia!!

8-il mare: dopo il primo bagno ogni spiaggia ti sembrerà brutta, ed anche le spiagge più belle del mondo saranno tranquillamente paragonabili a quelle della Puglia

Venite a constatare: un’ora o poco più di volo da tutte le parti d’Italia e.. se state pensando che al posto del souvenir vorreste portarvi via un fidanzato…ottima scelta, tornate al punto 1

 

images

Puglia e accoglienza…non solo vacanze!

La sensazione che si prova attraversando tutta la Puglia (soprattutto in treno, lo preferisco per la genuinità delle zone rurali che percorre) è quella di “essere aspettati”…
Provate…Scesa dal treno trovo quasi sempre qualcuno che mi aiuta coi bagagli, col passeggino della mia bambina, trovo quasi sempre il bus della mia coincidenza che mi aspetta con le porte aperte…il caso? Sì, ma mi piace crederlo un regalo della Puglia!
La verità è che lo straordinario spirito d’accoglienza della Puglia ha radici profonde, che nulla hanno a che vedere con l’ospitalità alberghiera (se mi permettete, forse ancora un pò in erba). è la posizione geografica stessa della Puglia che la “invita” ad accogliere, adagiata ad est, una passerella naturale che le ha permesso di commistionarsi con gli invasori (mi riferisco all’episodio dei Turchi, taluni anche visitatori) pur mantenendo una forte identità culturale. L’invasione dei Turchi alla quale mi sono riferita poc’anzi è senza dubbio il più rappresentativo degli esempi in tema di “accoglienza” qui intesa nel senso più ampio del termine: la città più ad Est d’Italia, Otranto, ne conserva i tratti fondamentali nella bellissima cattedrale dei martiri così come nell’architettura delle ville che contiene molti elementi in stile arabo. Ecco, l’accoglienza in Puglia si esprime con quell’incontro di aspetti che crea commistione piuttosto che scontro, armonia piuttosto che contrasto. Non molti sanno che nel Sud della Puglia  vennero accolti, al termine della seconda guerra mondiale, colonie di uomini e donne di religione ebraica provenienti dalle atrocità dei campi di sterminio, in attesa di partire per la Palestina. troppo poco fu il loro tempo di permanenza (circa 3 anni), troppo poco perché si potesse creare un rapporto virtuoso tale da trasformare in cultura autoctona gli aspetti che questo popolo portava con sé ma… ci è rimasto il Museo della Memoria e dell’accoglienza, una straordinaria testimonianza di accoglienza da parte del popolo salentino. Vi aspetto nel Salento per assaporare la vera essenza della parola accoglienza, a presto nuovi aggiornamenti.

salento pasqua pasquetta

Pasqua , Ponte , Primavera e Puglia

Prendi la Pasqua , prendi un Ponte , prendi la Primavera e vien fuori la Puglia !

Scusate lo scioglilingua ma cercavo un modo simpatico per raccontarvi come potete staccare la spina in attesa della bella stagione. La Puglia in Primavera regala il suo volto migliore, i colori del mare, del cielo e della campagna si rivelano in un’esplosione di allegria, il mare inizia a scaldarsi e mentre in buona parte dell’Italia i termosifoni sono ancora accesi, qui potete concedervi i primi bagni della stagione. Ebbene sì, già dalla fine di Marzo nelle giornate più calde è possibile immergersi nel mare cristallino, magari anche solo fino alle ginocchia, anche solo per salutare l’inverno con un assaggio di salsedine. Il relax è garantito dai ritmi lenti caratteristici di questi luoghi, ancor più in questo periodo dell’anno in cui i turisti sono ancora pochissimi: quale miglior periodo della Primavera e dei suoi Ponti per gustare l’autenticità tipica di questi posti, mai come in Primavera potrete scoprire l’essenza della Puglia intrecciandovi con le tradizioni , la gente del luogo ed i paesaggi ancora quasi deserti…o meglio… dedicati solo a voi! Il relax passa anche per l’enogastronomia che durante la Pasqua contempla piatti dalla straordinaria tipicità: le cocule, il capocollo di Martina Franca , i ciceri e tria, e poi i dolcetti con la pasta di mandorla…ricette ancora dai sapori tipicamente invernali ma con i prodotti stagionali della Primavera in Puglia . Oltre alla Pasqua proponiamo pacchetti vantaggiosi per i vari Ponti di Primavera : scoprite la Puglia per il 25 Aprile e per il 1° Maggio…troverete l’Estate ad aspettarvi perché qui le stagioni arrivano prima…ebbene sì, sapete una cosa? Qui è già primavera!
Contattateci per scoprire le migliori tariffe a voi dedicate in questo periodo.
Exedra Holiday House & Villa Ghetta Country House
+39 339 61 50 542
info@exedragroup.com
info@ghettaresortsalento.com

foody

Expò 2015

Expò 2015 , noi siamo pronti.
Nutrire il Pianeta, Energia per la vita. Tutta l’Italia è pronta ad accogliere milioni di ospiti da ogni parte del mondo, e migliaia di Eventi in ogni parte d’Italia si collegano all’esposizione Mondiale di Milano. Il Salento non mancherà di presentare un’offerta straordinaria a quanti vorranno visitarci, con un occhio a Milano. Di seguito alcuni appuntamenti:

DAL 22 MAGGIO AL 31 AGOSTO 2015 

Uno Sguardo al Sud – Incanto e Realtà del Cinema Peruviano:Nel cuore del Salento, a pochi chilometri da Lecce, nell’ambito della Mostra “Perù Realismo Fantastico” il Salento Film Festival presenta “Uno Sguardo al Sud”, rassegna dedicata al cinema peruviano: uno sguardo al sud e in particolare al Perù, il cui cinema continua ad essere poco conosciuto.

DAL 1° LUGLIO AL 31 AGOSTO 2015

Locomotive Jazz Festival: A Lecce un viaggio nella musica tra concerti al buio, concerti-evento, after show, concerti in treno e l’Alba in Jazz a Marina Serra di Tricase.

DAL 1° SETTEMBRE AL 3 SETTEMBRE 2015

Bitume Photo fest: Il primo festival urbano di fotografia contemporanea del Mezzogiorno, in programma a Lecce a settembre. Bitume ha portato la fotografia per le strade della città, rendendo accessibile a fasce allargate di pubblico il fascino della contemporaneità, slegata dagli abituali contesti espositivi.

 

Venite a trovarci, Exedra Holiday House & Villa Ghetta Country House propongono pacchetti ed info voli da Brindisi per Milano
info@exedragroup.com +39 339 61 505 42

19754624